Music

The Slow Rush: Tame impala.

«Let’s drink the magic potion of love and emotion».

Un suono brillante, quasi costoso, quello in cui ti trasporta inesorabilmente Kevin Parker con il nuovo e attesissimo album ‘The Slow Rush’. I Tame Impala, che avevano lasciato gli Aficionados in attesa da ‘Currents’ del 2015, tornano nel 2020 con una formula magica che si scioglie in suono, mistura di psichedelia, pop music e soft rock. Dalla house alla techno fino alla disco Anni ’70 gli ingredienti e le influenze che l’album ti può far percepire sono infinite. «È come viaggiare verso un altro pianeta, in luogo pieno di riverbero, vortici psichedelici e arrangiamenti chic».

Reposted from tameimpala Instagram’s profile.

La narrazione dell’inesorabilità del tempo, ancor più veritiera e palpabile in questi giorni, si districa ed emerge da diversi brani che scorrono fluenti, senza impedimento alcuno. Può sembrare di fluttuare come «una navicella spaziale appena uscita dalla catena di montaggio», o ci si può sentire comodamente seduti su un Chesterfield antico in compagnia di un buon whisky sour. Per tutto il viaggio quasi sempre accompagnati da un falsetto audace, che strizza l’occhio tanto al funk quanto a una lucente nostalgia hippie con cui Parker supera i confini dell’elettronica, mischia sequenze di piano e attraverso ritmi che si miscelano come i sapori di un buon cocktail, ti fa spiccare il volo. L’ossimoro della ‘Slow Rush’ – una corsa lenta – che titola il disco, è l’esperienza più tangibile dal suo ascolto, «la sua musica funziona perché bilancia la grandeur di una volta, con raffinatezze zuccherose contemporanee», scrive Rolling Stone.

Un dolce trip per passare un buon aperitivo in solitaria ma anche un buon risveglio. Sedetevi, rilassatevi e versatevi qualcosa da bere, che sia una tisana fruttata al pomeriggio o un cocktail dopo cena, ‘The Slow Rush’ scioglierà tutto quel che vi serve. Seguite il consiglio di Parker in Instant Love: «Let’s drink the magic potion of love and emotion».

Camilla Folena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *