Copertina album playlist Aurora sevenzine
Music

Musica e Avanguardia: Seven zine pubblica tre album sperimentali in formato playlist.

“La soluzione sta nell’avanguardia e proprio per questo ho scelto di creare per Seven zine tre album immaginari, di tre diversi generi e composti da brani specifici sviluppando un prodotto sperimentale”

Da quando siamo entrati nell’era dei servizi musicali digitali che ci consentono di accedere a milioni di brani in un click (es. Spotify), si è andata perdendo il prezioso viaggio nel mondo degli album CD.

Ci siamo invece abituati ad accedere alla nostra maxi playlist di “brani preferiti” in cui ci muoviamo con destrezza fra le tracce scegliendo di volta in volta quella di cui più abbiamo voglia. Abbiamo quindi acquisito un nuovo modo di percepire i brani di un album, non più come parte di un unico viaggio ma come singoli pezzi che possiamo comporre e scomporre a nostro piacimento. 

Un’altra grande rivoluzione del digitale sono state le “playlist” già pronte, divise per genere o mood dove spesso ci troviamo delle chicche difficilmente scovabili in altri modi e questo lo ritengo l’aspetto positivo. Quello negativo invece, è che a volte le playlist contengono tracce scomposte e a sé stanti da cui ci lasciamo trascinare in un mood che non è proprio il nostro accettando, passivamente, ciò che ci viene proposto.

La grande differenza tra le playlist e gli album, sta nel fatto che in questi ultimi le tracce seguono una stessa linea comune, solitamente dichiarata nel titolo, tesa a stimolare in noi un preciso immaginario e specifiche sensazioni. Diversamente dalle playlist, un album è più raccolto e questo permette di comunicare meglio con l’ascoltatore parlando con lui uno specifico linguaggio che non si disperde nel marasma ma mira dritto al suo obiettivo.

Photo by Unsplash

Allora come fare per sfruttare al meglio la potenzialità del digitale, la possibilità di compiere un viaggio tra brani diversi, di artisti diversi ma seguendo uno stesso fil rouge?

La soluzione sta nell’avanguardia e proprio per questo ho scelto di creare per Seven zine tre album immaginari, di tre diversi generi e composti da brani specifici che seguono un tema centrale in modo da unire il meglio del passato con il meglio del presente per sviluppare un prodotto ibrido e sperimentale. Gli album sono stati pensati per accompagnarci in un viaggio sonoro che spazia tra le diverse personalità degli artisti offrendo un panorama musicale variegato da cui emerge un preciso genere ma con diverse sfumature. 

L’idea di realizzare questi album mi è venuta un giorno in cui volevo ascoltare qualcosa ma non sapevo cosa, le playlist le avevo già sentite tutte e i miei “brani preferiti” ormai li so a memoria. Cercavo qualcosa di diverso, un album originale capace di farmi svagare ma anche di farmi pensare. Perció ho iniziato a raccogliere i brani più belli per il genere ambient, elettronica e RnB dando vita a questi cd immaginari che trovate disponibili su spotify in versione playlist pubblica su Spotify. 

Per la parte visiva ringrazio Lupo (lupo_iceberg su IG), grafico giovane e talentuoso, che ha colto in pieno il mood degli album rendendo visiva la affinità tra la musica e l’immagine. 

Passiamo ora alla parte clou: gli album, le tracce e il viaggio

I tre album sono pensati a loro volta come un percorso che parte dal primo più street e con i piedi per terra, passando per uno più etereo e per finire con uno più elettronico concepito come un viaggio nei nostri spazi personali più introversi e profondi. 

HER

cover album her by Seven zine
Graphic by Lupo_iceberg

Her è l’album più street, pensato per un passo svelto e andante sulla propria strada. Her è un elogio alle migliori voci femminili in chiave hip hop e RnB capaci di risvegliare in noi un senso di autocoscienza (con la quale abbiamo fatto i conti in questa quarantena) e che stimolano la voglia di andare avanti senza voltarsi mai.

Le 13 tracce sono pensate per richiamare alla memoria tutti i nostri lati e sfumature che vanno dalla contemplazione con il primo brano Sometimes di Snoh Aalegra all’introversione, dall’ardore alle relazioni con l’ultimo brano 03′ Bonny&Clyde di Beyonce ft. Jay Z.

Playlist qui: https://open.spotify.com/playlist/58Z3pVAZwsxMIGwGguOHHD?si=odaxcc46R3ya_K7ioHoMOQ

QUANDO ascoltarlo: in cassa mentre si cucina, ci si prepara, si sta in macchina o in cuffia per strada.

AURORA

cover album Aurora by Seven zine
Graphic by Lupo_iceberg

Aurora è pensato per essere un album di svago, utile ad allentare i pensieri e la concentrazione per nutrire lo spirito. 12 tracce fatte di etere e sostanza che si fondono insieme come ben dimostra il brano Crazy di Ornette e Nôze.

Aurora è composto quindi da brani fluttuanti ed incisivi capaci di farci elevare per accedere al nostro immaginario dandoci il tempo e il modo per scoprire cosa contiene e che colori ha. Io l’ho identificato con quelli dell’aurora, diversi e cangianti, che stimolano la contemplazione.

Playlist qui: https://open.spotify.com/playlist/73EivS7hkC2rkYVdNsfld5?si=4pjZNYAsTGSYYMpK85NCRQ

QUANDO ascoltarlo: DOPO, dopo cena, dopo lavoro, dopo la doccia, dopo l’amore. 

DEEP SPACE

cover album deep space by Seven zine

Deep space è l’album con i bpm più alti dei tre. È un viaggio ascendente verso lo spazio più profondo nel nostro universo interiore. I colori che lo caratterizzano sono il nero, il neon e il rosa magenta, colore vivo. Perché anche nei nostri spazi più bui c’è vita e a buon intenditor poche parole. Il sound è elettronico e minimale che spazia dalla electro alla techno. L’ascesa verso il deep space è consapevole e controllata e l’atterraggio è perfettamente descritto al minuto 2:50 di Pleace Dance Slowly dei Platonic Dive

Playlist qui: https://open.spotify.com/playlist/3PgYGdny5CBYbkqzrALYWj?si=pGYnHHxfTP65w1-zX7PGiQ

QUANDO ascoltarlo: di notte o di giorno, quando si ha voglia. 

Ora che vi siete fatti un’idea del loro contenuto, approfittate di questi album gratuiti e disponibili per rivivere il piacere di un CD in chiave ultra moderna e Bon voyage

Silvia Commisso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *